Da: Occupazione, forza lavoro, scorpori, trasferimenti; Parlamento e Governo italiani, istituzioni locali, partiti politici; IBM come azienda-rete, come impresa estesa, come "ecosistema": consociate, esternalizzazioni, fornitori

IBM ASSENTE INGIUSTIFICATA:
Venerdý 5 febbraio 2016 - Sciopero Nazionale

300 persone cedute a Modis durante le feste natalizie, voci sempre pi¨ insistenti di ulteriori ed importanti tagli occupazionali dei dipendenti Ibm nel 2016.

Eppure Ibm continua a fuggire dalle proprie responsabilitÓ sociali ed istituzionali, negandosi ad un confronto reale presso il Ministero dello Sviluppo Economico e presso le regioni coinvolte.

Ibm si Ŕ limitata a comunicare che anche nel 2016 sono previste assunzioni di giovani neolaureati: peccato che negli ultimi anni per un giovane assunto vengano dichiarati molti pi¨ esuberi, guarda caso di dipendenti over 45 anni, segno che non c'Ŕ nessuna politica di aumento del business e dell'occupazione ma solo di abbattimento del costo del lavoro.

Il Governo Renzi, al di lÓ delle roboanti dichiarazioni sul ruolo delle Multinazionali in Italia, Ŕ interessato a trovare soluzioni al caso Ibm?
Le Regioni interessate cosa stanno facendo per cambiare l'atteggiamento della Multinazionale?

Il giorno 5 febbraio, venerdý, ci sarÓ sciopero nazionale dei lavoratori IBM e Modis, con iniziative locali decise dalle Rsu. Governo e Regioni devono decidere se stare concretamente con le Multinazionali o con i lavoratori (e cittadini) italiani. Le dichiarazioni di facciata non risolvono i problemi, il tavolo Ministeriale con la presenza di tutti i soggetti pu˛ invece aiutare a trovare soluzioni condivise ed evitare ulteriori drammi occupazionali.

Roma, 1░ febbraio 2016

FIM FIOM UILM NAZIONALI
COORDINAMENTO NAZIONALE RSU IBM ITALIA E RSU MODIS