Home    Lista RSU    Guida Sindacale    Accordi Importanti    Indici Tematici    Storico    Contattaci    Iscriviti    Sindacati    Ricerca

Rappresentanze Sindacali Unitarie in
IBM Italia


Da: Occupazione

                             CIAK SI REPLICA
                      ALTRI 900 LAVORATORI IN ESUBERO

         Nel corso di un incontro presso la AIL svoltosi il 4 maggio
         1994, IBM ha comunicato al Coordinamento Nazionale e alle Or-
         ganizzazioni Sindacali che ritiene indispensabile una ridu-
         zione dell'occupazione nell'ordine di 900 unita'.
         Tale riduzione deve realizzarsi entro l'anno e a questo sco-
         po - sempre secondo le dichiarazioni dei dirigenti aziendali
         - sarů reso pubblico un nuovo programma di dimissioni incen-
         tivate che prevede una buona uscita, per chiunque aderisca,
         pari a 20 mensilita'; IBM ha inoltre affermato che questo
         programma dovra' concludersi entro giugno '94.
         La Direzione aziendale ha infine affermato che, se non sara'
         raggiunto l'obiettivo di 900 lavoratori in meno attraverso il
         programma sopra citato, si troverů costretta ad utilizzare gli
         strumenti previsti da Leggi e Contratti per realizzare comun-
         que la riduzione occupazionale.

         Il Coordinamento Nazionale ritiene che, a 4 mesi dall'accordo
         che ha concluso la procedura di mobilita' e a un mese da quel-
         lo su turni e straordinari, il comportamento di IBM sia vergo-
         gnoso, inaccettabile  e spergiuro.

         Il costo del lavoro e' intoccabile: altri sono i costi che IBM
         deve aggredire.
         Il Coordinamento Nazionale, infatti, rileva,  per l'ennesima
         volta, la contraddizione tra una violenta politica dei sacri-
         fici imposta ai lavoratori (mobilita', contratti di solidarie-
         ta', tagli ai salari e normativi) ed il persistere degli spre-
         chi rappresentati da convention, premi, aumenti di merito,
         consulenze e quant'altro; rileva inoltre il crescente affida-
         mento degli affari aziendali a terze parti contestualmente a
         ripetute dichiarazioni di esubero occupazionale.

         Quanto poi alle dichiarazioni di L. Stanca che afferma "Per
         quanto riguarda il 1994, sapevamo di dover compiere uno sfor-
         zo ulteriore", dimostra solo la malafede aziendale nei con-
         fronti dei lavoratori e dei loro rappresentanti.

         Il Coordinamento Nazionale invita tutti i lavoratori a parte-
         cipare massicciamente alle operazioni di voto per eleggere le
         Rappresentanze Sindacali e arrivare preparati all'inevitabile
         scontro che si profila all'orizzonte.

         Il Coordinamento Nazionale informa infine di aver annullato
         gli incontri che IBM aveva richiesto in occasione del 5 mag-
         gio per discutere di aspetti applicativi in relazione ad ac-
         cordi precedentemente firmati.

         Milano 5 maggio 1994
                                               Coordinamento Nazionale
                                                  C.d.F. IBM SEMEA