Da: Retribuzione; La vicenda del Premio di Risultato

Cedolino retribuzione

ovvero: come si legge la busta paga (struttura valida da aprile 2018)

ultimo aggiornamento: 07/06/2019, a cura di A. Riboni e F.Fiaccadori
Se vuoi consultare un vecchio cedolino con la vecchia struttura clicca qui


Valuta: GG.MM.AAAA
SEPA 0.000,00 CODICE_IBANXXXXXXXXXXX
 
 
 
Qual. : Qualifica (Impiegato/Quadro)   Livello : X
Scatti : NR.SCATTI     Data scatto: GG.MM.AAAA
Assunz. : GG.MM.AAAA     Cessazione :
Anz.Serv.: GG.MM.AAAA     % P.T. : 100,00
 
LOGO  
Progressivo INAIL : xxxxxxxxxxxxxxxxxx
Periodo : MESE ANNO
C. Fiscale : XXXXXXXXXXXXXX
SAP ID. : XXXXXXXX
GLOBAL ID:999999999
 
Contratto:Tempo Indeterminato
Posiz INAIL:99999999999999
 
 
IBM Italia Spa
Circonvallazione Idroscalo
20059 Segrate (MI)
Cod. Fisc. 99999999999 - Pos. Inps. 9999999999
C.d.C : Codice del Cenetro di cossto (Reparto)
Nome del reparto
Sede : codice della sede
Nome della sede
 
 
   
 
 
    Nome Cognome
    Indirizzo
 
 
COMUNICAZIONI AL DIPENDENTE
 
 
 
   
 
 

 
COD. VOCE RETRIBUTIVA PER. CFD IMP. NEUTRI QTA UNITARIA UNITA' COMPETENZE TRATTENUTE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
99RL
1134
1135
23M5
3155
7700
3100
3146
3152
3156
93DI
/4C1
/4N1
/4N4
/3F1
3003
94QG

Minimo contrattuale
Scatti di anzianità
III Elemento
Superm. Assorb CCNL
Superminimo Non Ass.
Complemento Scatti
TOTALE RETRIBUZIONE
[somma delle precedenti voci retributive]
 
Retribuzione Mensile
IV Elemento
V Elemento
Pasti Mensa
Nsp Varie In C/C
Trattenuta sindacale
Lord. Varie
Nsp Varie It/
Nsp
Nsp Imp. c/c
Ctr. CADGI dip.
Rata addiz.regionale AP
Rata addiz. comunale AP
Rata add. com. 30% AC
Contr.deducibile FPC
Rimb.Nt.SpeseCTR999999999
Ass. sanitaria esente

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
MM/AA
MM/AA
 
 
MM/AA
MM/AA
MM/AA
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
XX
XX
XX
 
 
 
XX
XX
XX
 
X

X.XXX,XX
XXX,XX
XXX,XX
XXX,XX
XXX,XX
X,XX
X.XXX,XX
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
XXX,XX
XXX,XX
XXX,XX

 
 
 
 
 
 
 
 

XXX,XXXXX
 

1,03000













 
 
 
 
 
 
 
 

26,00
26,00
26,00
X,00













 
 
 
 
 
 
 
 

X.XXX,XX
XX,XX
XX,XX



XX,XX
XX,XX
XX,Xx








 
 
 
 
 
 
 





XX,XX  
XX,XX  
XX,XX  



XX,XX  
XX,XX  
XX,XX  
XX,XX  
XX,XX  



 
 
 
 
M
A
 
Imp. FAP
X.XXX,XX
XX.XXX,XX
Ctr FAP
XXX,XX
X.XXX,XX
Imp FAP 1%
XXX,XX
X.XXX,XX
Ctr FAP 1%
X,XX
XX,XX
Imp INAIL
X.XXX,XX
XX.XXX,XX
Giorni
26,00
Ore Competenze
X.XXX,XX  
Trattenute
XXX,XX  

Tratt Prev.
XXX,XX  

Tratt Fisc.
XXXX,XX  
 
M
A
 
Imp.FIP Dip.
X.XXX,XX
XX.XXX,XX
Contr.Dip
XX,XX
XXX,XX
Imp.FIP Az. Contr.Az.
XX,XX
XXX,XX
Aggiunt. TFR a FIP
XXX,XX
X.XXX,XX
TFR a Tes

M
D
A
C
Imponibile IRPEF
X.XXX,XX
 
XX.XXX,XX
Irpef lorda
XXX,XX
 
X.XXX,XX
Detrazioni
XX,XX
 
XXX,XX
Det.non god Detr. oneri Irpef netta
XXX,XX
 
X.XXX,XX
Tot Competenze
X.XXX,XX
Tot Trattenute
X.XXX,XX
Arrotond. MC Arrotond. MP
 

M
A
 
GG Det Reddito
XX,XX
XXX,XX
Coniuge Figli Fg < 3 Altri Fam            
NETTO
 
   X.XXX,XX
Retr. utile
X.XXX,XX
TFR Mese
XXX,XX
TFR Trasf.
X.XXX,XX
Riv. mese
X,XX
TFR 31/12
XXX,XX
TFR anno Riv. anno
X,XX
TFR trasf.
X.XXX,XX
Anticipi AC Totale TFR
XXX,XX
                   








MINIMO CONTRATTUALE

Si tratta di un istituto retributivo definito dal Contratto Nazionale di Lavoro dei Metalmeccanici Industria Privata.

In base alla mansione che svolgono e alla loro qualifica professionale, i lavoratori sono oggetto di una classificazione per categorie ad ognuna delle quali corrisponde un minimo contrattuale.

Quì di seguito la tabella dei minimi contrattuali per categoria così come risultano dopo l'accordo del 2016 firmato da FIM-CISL, FIOM-CGIL e UILM-UIL.











Categoria
Minimo
Contrattuale
da
1/6/2018
Minimo
Contrattuale
da
1/6/2019
1 € 1.310,80 € 1.321,29
2 € 1.446,92 € 1.458,50
3 € 1.604,53 € 1.617,37
3s € 1.639,20 € 1.652,31
4 € 1.673,87 € 1.687,26
5 € 1.792,65 € 1.806,99
5s € 1.921,46 € 1.936,83
6 € 2.061,41 € 2.077,90
7 € 2.301,37 € 2.319,78
8q € 2.356,52 € 2.375,37

N.B.: L'Elemento Salariale Aggiuntivo di € 59,39 (in IBM definito Elemento Distinto di Categoria) precedentemente previsto per la generalità dei lavoratori inquadrati in 7.ma categoria e l'Indennità di funzione di € 114 prevista per i quadri, sono state incorporate nel minimo contrattuale.

SUPERMINIMO INDIVIDUALE

Originariamente si trattava esclusivamente di retribuzione corrisposta unilateralmente dall'azienda in base a criteri e per quantità da essa stessa definite; nel corso degli anni, però, nel superminimo sono confluite anche quote retributive che hanno natura diversa da quella appena descritta e quindi, dopo reiterate richieste da parte del Coordinamento Nazionale R.S.U., la Direzione Aziendale si è decisa, a partire dal cedolino di maggio 2008, a renderne più comprensibile il contenuto. Il valore del Superminimo Individuale è costituito dalla somma dei valori contenuti nelle voci retributive qui di seguito descritte.

SUPERMINIMO NON ASSORBIBILE
Si tratta di retribuzione che non può essere utilizzata, a nessun titolo e per nessun motivo, per effettuare assorbimenti a fronte di incrementi retributivi derivanti dalla conntrattazione collettiva nazionale. Tale voce, ad esempio, può essere costituita:


SUPERMINIMO ASSORBIBILE DA FUTURE PROMOZIONI
Secondo quanto è stato possibile dedurre dalle spiegazioni fornite da IBM, si tratta di valori retributivi corrisposti, a titolo di aumento di merito, con lettere di accompagnamento nelle quali i medesimi non venivano qualificati come "anticipazioni di futuri aumenti derivanti dalla contrattazione collettiva". E' possibile affermare che si tratti degli aumenti di merito elargiti unilateralmente da IBM fino a tutto il 1997.
Nel caso di passaggio a categoria superiore, per esempio dalla dalla sesta alla settima categoria, si incrementa il valore del "MINIMO CONTRATTUALE" e l'azienda può decidere di ridurre di pari importo, fino a concorrenza, il valore del "SUPERMINIMO ASSORB. PROM.".

SUPERMINIMO ASSORBIBILE DA FUTURI AUMENTI CONTRATTUALI
In questo caso ci troviamo in presenza di incrementi retributivi elargiti, sempre unilateralmente da IBM, con lettere di accompagnamento che li qualificano espressamente come "anticipazioni di futuri aumenti derivanti dalla contrattazione collettiva": ad ogni incremento retributivo conseguente ad un rinnovo del Contratto Nazionale di lavoro, ovvero ad ogni incremento della voce "MINIMO CONTRATTUALE", l'azienda ridurrà di pari importo, in tutto o in parte in base alla capienza, il valore del SUPERMINIMO ASSORBIBILE. Va precisato che l'ammontare presente in questo istituto retributivo sarà utilizzato anche per gli assorbimenti descritti nel titolo precedente (future promozioni) nel caso in cui il valore di cui al medesimo titolo sia insufficiente.

Nota Bene: IBM corrisponde anche, sempre unilateralmente, delle cifre 'una tantum' sotto forma di premi a vario titolo e/o dell'ormai diffuso istituto noto come "Growth Driven Profit-sharing".



TERZO ELEMENTO

La contrattazione integrativa aziendale ha prodotto questo istituto retributivo che è diversamente valorizzato in base all'inquadramento di categoria; con l'accordo aziendale del 22 febbraio 1982 il terzo elemento si è consolidato secondo i valori riportati nella tabella che segue:

CATEGORIE
TERZO
ELEMENTO
1
46,48
2
€ 58,10
3
€ 69,72
4
€ 81,34
5
€ 92,96
5s
€ 96,58
6
€ 104,58
7
€ 116,20

L'accordo dell'82 prevede anche che, per i nuovi assunti, i valori del terzo elemento come sopra riportati siano esigibili dopo un anno di anzianità di servizio e quindi, per costoro, vanno utilizzati i seguenti valori:

SCATTI D'ANZIANITA'

Ogni lavoratore, per ciascun biennio di anzianità di servizio maturato nella medesima categoria, avrà diritto ad un "aumento periodico di anzianità" più comunemente definito "scatto". Per quanto riguarda il numero massimo di scatti di anzianità maturabili occorre fare una distinzione: i lavoratori già in servizio fino a tutto il 16 luglio 1979, e contestualmente con qualifica di impiegato alla medesima data, hanno diritto ad un massimo di 12 scatti biennali, mentre quelli assunti successivamente ne possono maturare fino a 5. I lavoratori con qualifica di operaio hanno sempre avuto e continuano ad avere la possibilità di maturare fino a 5 scatti.

L'importo di ciascuno scatto venne fissato in cifra al valore in essere al 31/12/1998; tale valore fu poi ricontrattato finché, a decorrere dal 1 gennaio 2001, l'importo di ogni scatto ha assunto il valore riportato nella tabella che segue:

CATEGORIE IMPORTI
1 € 18,49
2 € 21,59
3 € 25,05
4 € 26,75
5 € 29,64
5s € 32,43
6 € 36,41
7 40,96


ATTENZIONE: per i lavoratori già in servizio alla data del 16 luglio 1979, il valore degli scatti è quello indicato nella tabella che segue:

CATEGORIE valore scatti maturati prima del 31-12-79 valore scatti maturati dall'1-1-80 al valore scatti maturati dal
2 € 24,30 31-12-90: € 11,58 1-1-91: € 21,59
3 € 27,76 28-02-89: € 12,02 1-3-89: € 25,05
4 € 29,47 29-02-88: € 12,30 1-3-88: € 26,75
5 € 32,36 31-01-87: € 13,32 1-2-87: € 29,64
5s € 35,07 31-01-87: € 13,97 1-2-87: € 32,43
6 € 39,12 31-01-87: € 15,26 1-2-87: € 36,41
7 € 43,67 31-12-84: € 15,90 1-1-85: € 40,96


Per quanto riguarda i passaggi da una categoria all'altra superiore, valgono le seguenti regole:

COMPLEMENTO SCATTI

Questo istituto è costituito da una cifra pari a  1,55 per ogni scatto maturato a tutto il 31 dicembre 1979 così come previsto dal vigente Contratto Nazionale di Lavoro.
In ogni caso, a prescindere da quanto sopra, in base a quanto previsto dall'accordo sindacale aziendale del 5 marzo 1958, è dovuta una somma pari a   0,26 per ogni scatto maturato in qualsiasi data e a prescindere da eventuali passaggi di categoria; quindi quest'ultimo importo compare sommato al precedente, per chi ne ha diritto, oppure costituisce l'intero Complemento Scatti per tutti gli altri.

E.D.R.

L'Elemento Distinto della Retribuzione, pari a € 10,33, è stato introdotto a parziale recupero della perdita dell'indennità di Contingenza in conseguenza di quanto pattuito con il protocollo del 31 luglio 1992 fra CGIL-CISL-UIL e Confindustria. Con l'accordo separato firmato il 5 dicembre 2012 da FIM-CISL E ULM-UIL, questo istituto retributivo è stato soppresso e l'importo a esso corrispondente è stato conglobato nel minimo contrattuale come valore non assorbibile.

QUARTO ELEMENTO

E' una voce frutto della contrattazione integrativa aziendale in IBM ed ha sostituito, in seguito all'accordo del 22 maggio 1995, il minimo garantito relativo al vecchio premio di produzione: esso è pari a 91,37, ovvero a un tredicesimo di  1.187,85.

QUINTO ELEMENTO

E' una voce frutto della contrattazione integrativa aziendale in IBM introdotta con l'accordo del 26 ottobre 2007. L'ammontare del Quinto elemento è costituito, per i lavoratori assunti fino a tutto il 31 dicembre 2007, dalla metà del valore della base di riferimento per fasce utilizzata per il calcolo del vecchio premio di risultato (vedi accordo del 3 ottobre 2000) incrementato di una cifra fissa pari a € 390 per l'anno 2007, € 420 per il 2008, € 440 per il 2009 e € 460 per il 2010; tale ammontare va diviso per 13 per ottenere il valore mensile del quinto elemento che sarà erogato, appunto, ogni mese per tredici mensilità.
E' possibile calcolare con estrema facilità il proprio Quinto Elemento utilizzando l'applicazione predisposta appositamente.

Per tutti gli assunti dopo il 31 dicembre 2007, l'ammontare del Quinto elemento è costituito da una cifra fissa pari a € 550 annui, ovvero a € 42,31 mensili.

I valori corrispondenti a "M" sono mensili, mentre quelli corrispondenti alla lettera "A" sono annuali cumulati alla data.

IMPONIBILE FAP
Si tratta dell'imponibile (contributivo) in base al quale si calcolano i contributi INPS a carico del lavoratore. Questo imponibile, nel 2019 ha un tetto di 47143 € annui (vedi
circolare n. 6 del 25/1/2019, corrispondenti 3929 € mensili (per 12 mensilità), oltre il quale si calcola un contributo aggiuntivo (vedi più avanti).

CONTRIBUTO FAP
Si tratta dell'ammontare del contributo INPS a carico del lavoratore dipendente, pari al 9.49% (vedi
tabella) dell'imponibile contributivo di cui al paragrafo che precede.

IMPONIBILE FAP 1%
Si tratta dell'imponibile contributivo superiore a 47143 € annui, corrispondenti a 3929 € mensili (per 12 mensilità), sul quale si calcola il contributo a carico del dipendente.

CONTRIBUTO FAP 1%
Si tratta dell'ammontare del contributo INPS a carico del lavoratore dipendente di cui al paragrafo precedente, pari all'1% della retribuzione annua superiore a 47143 € (corrispondenti a 3929 € mensili per 12 mensilità).

IMPONIBILE INAIL
I contributi INAIL servono a coprire il rischio di infortuni e malattie professionali sul luogo di lavoro. L'ente preposto a coprire questi rischi e a garantire l'eventuale assistenza sanitaria è l’Istituto Nazionale delle Assicurazioni contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL). L’onere contributivo è a totale carico del datore di lavoro. L'imponibile INAIL è l'ammontare in base al quale si calcolano i
contributi che, come già detto, sono a carico di IBM.

Previdenza complementare - FONDO PENSIONE DIPENDENTI IBM

Per ulteriori informazioni consultare: Fondo Pensione Dipendenti IBM

IMPONIBILE IRPEF
Si tratta dell'ammontare sul quale si calcolano le imposte (tasse) e si determina sottraendo alla retribuzione globale i contributi previdenziali INPS, quelli riguardanti la CADGI e quelli versati al Fondo Pensione IBM.

IRPEF LORDA
L'imponibile IRPEF di cui al paragrafo che precede è la base di calcolo per determinare l'IRPEF lorda, ovvero le tasse da pagare fatte salve le detrazioni di cui al paragrafo che segue. Per calcolare la citata IRPEF lorda bisogna applicare le aliquote per scaglioni di reddito ed è pertanto necessario agire come di seguito specificato:

DETRAZIONI
Si tratta di valori che devono essere sottratti all'IRPEF lorda di cui al paragrafo che precede e concorrono a determinare l'Irpef Netta, ovvero le tasse da pagare effettivamente.
Le detrazioni fiscali per i redditi da lavoro dipendente sono e si calcolano come di seguito specificato:

Per quanto riguarda le detrazioni per i famigliari a carico occorre preliminarmente precisare che esse riguardano i membri del nucleo famigliare che il contribuente mantiene.
Sono da considerarsi a carico i famigliari con un reddito annuo non superiore a 2840,51 €; dal 2019 ed esclusivamente per i figli a carico con un'età anagrafica non superiore a 24 anni, il reddito annuo da considerare sarà pari a 4000 € (è opportuno attendere maggiori precisazioni interpretative sulle legge finanziaria 2019). L'ammontare delle detrazioni dipende dalla situazione reddituale del lavoratore interessato che deve richiederle direttamente al datore di lavoro compilando un apposito modulo.
Per maggiori informazioni sulle detrazioni fiscali per famigliari a carico, è consigliata la lettura della pagina web visibile cliccando qui.

TREDICESIMA MENSILITA'

In base a quanto previsto dal vigente Contratto Nazionale di Lavoro, viene corrisposta, nel mese di dicembre, una mensilità aggiuntiva di valore pari a quello della retribuzione mensile di fatto percepita.

PREMIO DI RISULTATO

Il Premio di Risultato è un istituto retributivo introdotto nel 1998 e successivamente ridefinito con l'accordo del 26 ottobre 2007, poi disdettato dall'azienda nel settembre 2014 e pertanto l'ultimo anno in cui venne erogato il Pdr è stato il 2015 relativamente ai risultati 2014.
Per dettagli sul calcolo del PDR dal 2007 al 2015 è possibile consultare la seguente applicazione .